maggio 18, 2021 2 min

Arsenale di Meccaniche Veneziane - caratterizzato da forme decise e un aspetto robusto - è un omaggio al monumentale cantiere navale dove nasce e viene forgiata la maggior parte della potenza navale veneziana.

Sei pronto per esplorare uno dei luoghi più affascinanti e caratteristici di Venezia?

La “città galleggiante” è da sempre considerata il centro di mercati ricchi e floridi, storicamente a giocare un ruolo da protagonista nella scena commerciale dell'area mediterranea. Ma come può un piccolo mosaico di insediamenti lagunari diventare una delle maggiori potenze commerciali d'Europa?


La sua posizione specifica, nel mare Adriatico settentrionale, ha determinato inequivocabilmente il destino di Venezia.

Per controllare le rotte commerciali, Venezia necessitava di una flotta solida e temibile, che nasce dalle mani di esperti falegnami veneziani in una delle architetture più iconiche della città: l'Arsenale.

Di proprietà della Repubblica Serenissima, l'Arsenale è stato per secoli il cuore pulsante della marina di Venezia e si attesta realmente come "una delle prime grandi imprese industriali della storia".

Il Doge Ordelaffo Falier ne ordinò la creazione nel 1104. Nel corso degli anni, il complesso fu progressivamente ampliato, tanto da occupare circa il quindici per cento della superficie di Venezia. Con alte mura a schermarlo dalla vista di abitanti e visitatori, protetto giorno e notte dalle milizie della Serenissima, ogni stabilimento dell'Arsenale produceva uno specifico modulo di una nave, strumenti marittimi e materiali accessori quali munizioni, funi e armamenti.


L'Arsenale è una struttura che funge da cardine dell’intera storia di Venezia, sostenendone l’inarrestabile espansione commerciale e permettendo alla città di affrontare i numerosi scontri militari che l’hanno colpita, ad esempio contro la Repubblica Marinara di Genova e, successivamente, contro l’Impero Ottomano. Nel suo periodo di massimo splendore, l'Arsenale impiegava circa 16.000 persone per una capacità produttiva che rasentava un’imbarcazione al giorno, a formare una linea di produzione che non avrebbe avuto eguali fino alla rivoluzione industriale.

In seguito all'annessione di Venezia al Regno d'Italia, l'Arsenale diede un contributo essenziale alla stessa Marina Italiana nel perseguire la strategia difensiva e offensiva del Paese durante il primo conflitto mondiale.

L’Arsenale è ancor oggi utilizzato come centro di ricerca ed è sede delle più storiche imbarcazioni della flotta veneziana.

Meccaniche Veneziane
Meccaniche Veneziane



Anche in News

Il Tungsteno, un metallo inscalfibile
Il Tungsteno, un metallo inscalfibile

agosto 08, 2021 2 min

Redentore, l'orologio Neoclassico
Redentore, l'orologio Neoclassico

luglio 02, 2021 2 min

Nereide, design e tecnica
Nereide, design e tecnica

luglio 02, 2021 2 min